Acido
Autori Laperquisiani
Scritto da Chinasky   

il garrulo chinasky, sempre lui. l'hanno trovato in via genebrea, questa notte, con una mazza da beisbol in mano. occhio spento e viso di cemento. in evidente stato di disforia psichica. garrulo... mica tanto a dire il vero. appena terminata una di quelle gare che non so se ve le ricordate. avete visto stand by me? ok, quel tipo di gara. gran figata. peccato che questa notte ci si era messo di mezzo pure frank detto scarface (o scarfeis) con il suo andi da primo della classe. era a passeggio col cane lo scemo. bravo. all'una. col cane. in via genebrea. che tutti sanno quella zona essere a pericolo-chinasky. il sindaco ce l'aveva pure fatto mettere il cartello qualche anno fa: "attenti al chinasky", diceva. poi l'hanno rotto. capito? spaccato in due... con una mazza da beisbol. come la testa di quel lurido di frank detto scarfeis, detto coglione. detto non più... forse scritto, adesso, sui necrologi. e buon per lui. meno per il cane. lui sì è uno simpatico. magari chinasky lo prenderà con sè. perchè dicono che alla fine i cani assomigliano ai loro padroni e viceversa. palle. chinasky non ci ha mai creduto. nè a questo nè all'amaro benedettino.   a parlare di sogni sono tutti bravi. raccontarli è un vizio da persone povere di argomenti. vivere, bhè, vivere... questo sì che è diverso. tu pensa. sangue dappertutto. un cranio che va in frantumi. le ossa che si polverizzano in una cascata di stelline taaaanto romantiche. c'erano anche due amanti, cioè, due che si vogliono bene, a guardare. se ne vorranno ancora, forse anche di più adesso. adesso che i loro baci saranno segnati non da una canzone (che ne so 'le notti non finiscono all'alba nella via') ma da un suono. reale. un tonfo. un sfrigolare di carne macellata. una mazza di legno che spacca un cervello. aaah, sacre stelle dell'orsa... cantatemelo voi. garrule, lo siete. non chinasky, soddisfatto ma non garrulo. ma tant'è.

 
 

Cerca