Artur Rembò
Autori Laperquisiani
Scritto da Chinasky   

chinasky è a letto. pensa. certe volte quando è lì nel dormiveglia sta male. sente il suo corpo che si rimpicciolisce. diventa leggero. impercettibile. tra le impronte digitali delle sue dita. e si mette a correre. oppure la faccia si apre in un vortice sanguinolento. il naso diventa rostro. appena prima di dormire. ma questa sera no. pensa. e non ci riesce proprio a prendere sonno.   sul display dello stereo c'è l'ora. settata male, anzi, mai settata. e allora lampeggia. lampeggia. lampeggia. lampeggia. emana un cono di luce incerta, ma l'occhio abituato al buio l'avverte presente. l'avverte incombente. e così, chinasky si gira verso il muro.   voltato dalla parte dell'ombra la vede: la regina dei ranocchi. che lampeggia anche lei. in una forma sua. in una farma strana. che a dire non so, cioè. per descriverla. "è la regina dei ranocchi - pensa chinasky - è lei. lampeggia e ha una forma strana. ma è lei di sicuro".   che anche fosse stata, che ne so, la forma di una strada, di un aquilone, di totolemocò o di dilanmecchei, sempre regine e sempre ranocchi avrebbe visto chinasky. chinasky. aka 'incertodormiveglia' aka 'miskiadisky' aka 'gender bender'.

 
 

Cerca