Home Lazzi e Skizzi
Lazzi e Skizzi
Come fare il cattivo nei film di James Bond
Lazzi
Scritto da Dino Mammola   

(Omaggio al sublime “Come fare l’indiano” di Umberto Eco, Il secondo diario minimo)

Il cattivo dei film di 007 presenta alcuni aspetti peculiari indispensabili ad una perfetta riuscita in tale ruolo.

Aspetto fisico.

Il cattivo deve avere un evidente difetto fisico che lo identifichi immediatamente come cattivo: mancanza di arti, occhio di vetro, pelle deturpata, eccetera. Sono comunque accettabili varianti meno gravi quali obesità accompagnata da faccia da ex nazista o lineamenti orientali con barbetta diabolica.

Organizzazione a delinquere.

Per riuscire bene nel ruolo di cattivo dovete creare un’organizzazione gigantesca e potentissima, che estenda i suoi piani criminosi ai cinque continenti. Periodicamente convocate una riunione dei capi di zona e uccidetene un paio in modo particolarmente efferato poiché hanno mancato di pochissimo gli obiettivi loro assegnati. In questo modo otterrete il duplice risultato di indebolire i vertici dell’organizzazione e di terrorizzare i superstiti.

Sede dell’organizzazione.

Particolare cura deve essere posta nella scelta della sede in una località di villeggiatura internazionale. Il cattivo acquisterà l’edificio più elegante e appariscente in modo da poter essere facilmente individuato. Durante l’indispensabile ristrutturazione, la sede dovrà essere modificata in base al principio della “reazione a catena” (vedi oltre).

Collaboratori. Sono di tre tipi:

Guardia del corpo.

Un gigante muto e analfabeta, dotato di forza erculea, devozione totale e intelletto scarso.

Forze paramilitari

accuratamente scelte per la loro incapacità di centrare il bersaglio e l’attitudine a mettersi sulla linea di tiro dei compagni. Per questo ruolo andranno benissimo gli indiani e i soldati nazisti e giapponesi dei film.

Informatori locali

caratterizzati da infima intelligenza hanno il compito di individuare prontamente l’agente nemico, cosa per loro difficilissima. Com’è noto

infatti 007 durante le sue missioni non adotta alcun travestimento, frequenta i locali e gli alberghi più eleganti, si presenta dicendo :” Mi chiamo Bond, James Bond”. La spia che staziona nella hall dell’albergo nascosta dietro un palmizio non immaginerà mai che Bond, James Bond e James Bond siano la stessa persona.

La bonazza.

Quando 007, dopo essersi messo in mostra cercando di attirare l’attenzione in tutti i modi possibili, sarà finalmente scoperto, il cattivo farà entrare in gioco una ragazza bellissima con lo scopo di irretire Bond e carpirgli piani e segreti. La bonazza andrà scelta per la sua attitudine a innamorarsi di James e tradire il cattivo nel momento cruciale.

 

L’azione.

Allorché 007, dopo molti tentativi andati a vuoto, riuscirà finalmente a farsi catturare dal cattivo, si dovrà procedere come segue:

Giro turistico della sede dell’organizzazione, accompagnato da un’accurata spiegazione di tutti gli aspetti tecnici e logistici.

 

Conferenza sugli scopi e i piani criminosi.

Fornitura di un mezzo di fuga adeguato.

Incarico al gigante muto di sopprimere l’agente lontano da occhi indiscreti. Il bruto, anziché uccidere subito 007, gli darà ogni

possibilità di liberarsi, lottare e prevalere in extremis. Liberatosi del gigante, a James Bond basterà rompere una qualsiasi

attrezzatura per innescare la reazione a catena che distruggerà la base e i suoi occupanti.

 

All’ultimo momento Bond e la bonazza fuggiranno, di solito via mare, sul mezzo predisposto per loro in precedenza, per essere poi recuperati dai buoni che, com’è noto, arrivano sempre in ritardo.

 

Nota bene.

Nel predisporre il mezzo di fuga non dimenticare un aspetto fondamentale:

esso dovrà contenere un divano, un letto o almeno un tappeto adatti alla bisogna, sì da farsi sorprendere in atteggiamenti lascivi dagli invidiosi soccorritori.

 
Buona sciata
Lazzi
Scritto da mr smile   

HOMO OPTIMUS

 

1. Prende il gancio dello ski-lift con una mano sola.

 

2. In seggiovia fuma annoiato, non prende il sole, tiene gli sci penzoloni, scende dal seggiolino all'ultimo momento.

 

3. Mangia un panino con lo speck, beve una coca-cola poi dice: "Vado perché è l'ora migliore e non c'è nessuno". E va a farsi una discesa.

 

4. Curva perfettamente da tutte e due le parti.

 

5. Se cade da' la colpa agli scarponi che non hanno retto la velocità.

 

6. Scarponi: li infila con facilità, li toglie con leggerezza.

 

7. Ha l'attrezzatura da tre  milioni : maggior spesa gli occhiali.

 

8. Quando alla TV vede cadere Tomba dice che è perché è male allenato.

 

9. Se esce di pista è per farsi un canalone in neve fresca.

 

 

 

 

 

HOMO MEDIUS

 

 

1. Prende il gancio dello ski-lift con due mani, a volte lo strangola.

 

2. In seggiovia non fuma ma prende il sole, che è sempre alle sue spalle, a rischio di violenti torcicollo. Tiene gli sci sull'appoggio e per scendere si prepara tre piloni prima.

 

3. Mangia zuppa di verdura, beve un quarto di vino e poi dice: "Vado perché è l'ora migliore non c'è nessuno". E va a dormire su una sdraio.

 

4. Curva peggio da una parte, quasi sempre la sinistra.

 

5. Se cade da' la colpa alle lamine, ma non sa cosa siano.

 

6. Scarponi: li infila con ferocia, li toglie con odio.

 

7. Ha l'attrezzatura da tre milioni : maggior spesa la giacca a vento.

 

8. Quando alla TV vede cadere Tomba dice che è perché ha sbagliato il peso sullo sci interno.

 

9. Se esce di pista è per farsi una pisciata.

 

 

 

 

 

HOMO CAPRINUS

 

 

1. Prende il gancio dello ski-lift nei coglioni.

 

2. In seggiovia se fuma fa cadere un guanto, se prende il sole fa cadere gli occhiali. Per scendere dal seggiolino si prepara dieci secondi dopo la

partenza e viene preso   dal panico sei piloni prima dell'arrivo, momento

questo in cui perde un bastoncino e con l'altro tenta di accecare l'inserviente.

 

3. Mangia polenta e salsiccia, beve quattro grappini e poi dice: "Vado perché è l'ora migliore e non c'è nessuno". E va al cesso.

 

4. Curva peggio da una parte, quella dove ci sono gli ostacoli.

 

5. Se cade da' la colpa ad un lastrone di ghiaccio, anche con due metri di neve fresca.

 

6. Scarponi: glieli infilano gli amici, glieli tolgono gli infermieri.

 

7. Ha l'attrezzatura da tre milioni: maggior spesa gli sci da gara.

 

8. Quando alla TV vede cadere Tomba gode.

 

9. Se esce di pista è per schiantarsi contro un albero.

 

 

 

 

 

HOMO SNOWBOARDER

 

 

1. Ski-lift: che palle!

 

2. In seggiovia fa in modo di salire sempre da solo, si rolla una canna si sdraia a prendere il sole fino al punto dove la seggiola passa sopra un panettone di neve fresca, dove si lancia nel vuoto ululando.

 

3. Non mangia e non beve perché non ha tempo per queste cazzate.

 

4. Non curva, carva!

 

5. Se cade è per far vedere all'amico principiante che tutto sommato fa parte del gioco.

 

6. Scarponi: li infila al mattino li toglie la sera.

 

7. Ha l'attrezzatura da tre milioni: maggior spesa la bandana.

 

8. Quando alla TV vede cadere Tomba dice che è perché usa l'attrezzo

sbagliato: gli sci.

 

9. Se esce di pista è per andare al bar a farsi un bombardino

 

 

 

 

 

HOMO MILANESIS

 

 

1. Si incazza se non c'è l'omino che gli passa il gancio dello skilift, visto che ha pagato anche per quello.

 

2. In seggiovia, rompe i coglioni lamentandosi che la neve non e' come a St.

Moritz, che gli impianti non sono come ad Avoriaz, che gli alberghi non sono come a Cortina, ecc. ecc.

 

3. Mangia polenta e capriolo, si incazza con la cameriera perché non gli fa la fattura scaricabile come spesa di rappresentanza, poi dice: "Vado perché è l'ora migliore e ci sono tutti" e si mette a fare a pallate di neve con gli amici in mezzo alle ragazze che prendono il sole.

 

4. Curva solo a due centimetri di distanza dagli altri sciatori, badando bene di sollevare quanta più neve possibile.

 

5. Se cade si incazza con qualcuno che, secondo lui, gli ha tagliato la strada.

 

6. Scarponi: non li toglie nemmeno in albergo (con quello che li ha pagati).

 

7. Ha l'attrezzatura da 5 milioni, maggior spesa il gel per le labbra.

 

8. Quando alla TV vede cadere Tomba dice che è perché è un coglione di Bologna.

 

9. Se esce di pista e' per esibirsi in un salto acrobatico (nel campo scuola).

 

 

 

 

 

HOMO CALABRUS

 

 

1. Blocca tutta la coda della seggiovia perché deve aspettare gli amici che sono rimasti indietro.

 

2. Sullo skilift, chiama a gran voce l'amico che sta tre ganci più avanti per raccontargli la sua ultima cagata.

 

3. Fa spostare dodici persone per organizzare la tavolata comune (tre famiglie con bambini), estrae pane-formaggio-cioccolata in quantità industriali, fa casino, mena i bambini che fanno casino, poi dice: "Andiamo perché è l'ora migliore e non c'è nessuno" e organizza una partita a calcetto sulla neve.

 

4. Curva solo se la moglie lo sta riprendendo con la telecamera.

 

5. Se cade cerca di coinvolgere quante più persone possibili e fa chiamare l'elicottero del soccorso.

 

6. La cerimonia di chiusura degli scarponi coinvolge tutta la famiglia e ha un costo (in tempo e bestemmie) paragonabile allo scavo di una trincea in Cecenia.

 

7. Ha l'attrezzatura da due milioni: maggior spesa il cellulare.

 

8. Quando alla TV vede cadere Tomba, bestemmia ad alta voce.

 

9. Se esce di pista è per far pisciare il bambino.

 
Dialoguo
Lazzi
Scritto da mr smile   

Scena:

 

tipica casetta in un tipico quartiere residenziale della media borghesia americana in una tipica cittadina del Middle West.

 

Interno, notte.

 

Il tipico buon papà americano medio mette a letto la sua bambina, che però, dimostrando di non essere una tipica bambina media americana, gli fa qualche domanda.

 

D: Papà, perché abbiamo attaccato l'Iraq?

R: Perché avevano armi di distruzione di massa.

 

D: Ma gli ispettori non hanno trovato armi di distruzione di massa..

R: Perché gli iracheni le avevano nascoste.

 

D: È per questo che abbiamo invaso l'Iraq?

R: Sì. Le invasioni funzionano sempre meglio delle ispezioni.

 

D: Ma anche dopo che li abbiamo invasi non abbiamo trovato armi di distruzione di massa, non è così?

R: Perché le armi erano nascoste molto bene. Non ti preoccupare, vedrai che troveremo qualcosa. Probabilmente prima delle elezioni del 2004.

 

D: Perché l'Iraq voleva avere tutte quelle armi di distruzione di massa?

R: Per usarle in guerra, sciocchina.

 

D: Non capisco. Se possedevano tutte quelle armi per utilizzarle in guerra, perché non le hanno usate quando li abbiamo attaccati?

R: Perché non volevano che gli altri sapessero che le possedevano, così hanno deciso di morire a migliaia piuttosto che difendersi.

 

D: Ma non ha senso. Perché hanno scelto di morire se avevano quelle armi potenti per combatterci?

R: La loro è una cultura diversa dalla nostra. Non è detto che abbia una logica per noi.

 

D: Non so cosa ne pensi tu, ma io non credo che avessero davvero quelle armi, come invece dice il nostro Governo.

R: Beh, sai, non è importante che avessero o meno quelle armi. Avevamo altri buoni motivi per invaderli.

 

Leggi tutto...
 
Le leggi dei cartoni animati giapponesi
Lazzi
Scritto da mr smile   

# Prima Legge Fondamentale dell'Irregolarità Metafisica Le normali leggi della fisica non valgono.

 

# Legge della Gravità Differenziata

Ogni volta che qualcosa o qualcuno salta, è lanciato, o comunque se ne va in aria, la gravità viene ridotta di un fattore 4.

 

 

# Legge dell'Amplificazione sonora.

Nello spazio i rumori delle esplosioni si trasmettono ancora meglio perché non c'è l'aria a trattenerli.

 

# Prima Legge del Moto (o della Spinta Costante) Nello spazio una spinta costante genera una velocità costante.

 

# Seconda Legge del Moto (o della Mobilità Meccanica) Più un dispositivo meccanico è grande e più velocemente si muove.

I robottoni sono gli oggetti più veloci conosciuti.

 

# Legge della Combustibilità Inerente.

Qualsiasi cosa esplode.

* Primo Corollario

Poco prima di esplodere, gonfia.

* Secondo Corollario

Le grandi città sono le cose più esplosive conosciute.

Tokyo in partic olare è la più instabile di tutte, e viene detta anche "la Città Fiammifero".

 

# Legge dell'Emissione Flogistica

Le ferite fatali emettono luce.

 

# Legge dell'Inesauribilità

Nessuno può rimanere senza munizioni.

 

# Legge dell'Inadeguatezza Militare

Enormi flotte interstellari, interi eserciti, macchine da guerra ricolme di crudeli guerrieri assetati di sangue, possono essere fermati e sconfitti da un semplice gesto d'amore o una canzone.

* Corollario

Se un solo robot o astronave combatte contro un intero esercito, l'esercito perde.

 

# Legge dell'intelletto giovanile

I Bambini sono due volte più intelligenti degli adulti e dieci volte più rompiballe.

 

# Legge della Capacità Emoglobinica

Il corpo umano contiene più di 50 litri di sangue, in alta pressione.

 

 

# Legge della Proporzionalità Mandibolare La dimensione della bocca di una persona è direttamente proporzionale al volume con cui parla o alla quantità di quello che mangia.

 

# Legge della Conservazione della Potenza di Fuoco Ogni arma capace di sconfiggere il nemico in un solo colpo sarà usata solo e unicamente per ultima.

 

# Legge della Facilità Tecnologica

L'addestramento necessario per pilotare un'astronave o un robot è inversamente proporzionale alla sua complessità.

 

# Legge della Topologia Aerodinamica

Qualsiasi forma, non importa quanto complessa o bizzarra che sia, è aerodinamica.

 

# Legge della Luminescenza

Gli individui che hanno raggiunto elevati livelli nello studio delle arti marziali emettono luce; sotto forma di un'aura bluastra se sono buoni, rossa se sono cattivi.

Ciò è dovuto al fatto che i Buoni occupano un posto più elevato nello spettro elettromagnetico.

 

# Legge della Variabilità Cromatica Follicolare Qualsiasi colore dello spettro visibile è un colore naturale del cuoio capelluto. Questo colore può cambiare improvvisamente e senza alcun preavviso.

 

# Legge del Vestiario Probabile

 

I personaggi femminili dovranno

indossare

il

meno possibile, per

quanto socialmente o meteorologicamente inappropriato che sia.

Quelle che non lo fanno vedranno presto le loro vesti strappate e ridotte a brandelli.

Se ciò non potrà avvenire sentiranno in breve tempo l'impulso irrestibile di farsi una doccia, alla quale noi assisteremo.

* Corollario

I bikini rendono invulnerabili.

 

# Legge della Capacità extradimensionale Tutti i personaggi femminili hanno da qualche parte uno spazio extradimensionale di volume variabile, da cui possono tirare fuori quello che serve al momento.

* Corollario

L'oggetto più comunemente stivato è un enorme martello, che può essere usato con infallibile precisione su ogni maschio che lo meriti.

Altri oggetti di uso comune sono costumi, uniformi, armature, bazooka...

 

# Legge del Riconoscimento debole.

Mettersi un costume, anche senza maschera, è più che sufficiente per diventare del tutto irriconoscibile anche ai paren ti e agli amici più stretti.

 

# Legge della Regressione Molecolare

Le donne giapponesi invecchiando possono restringersi fino a un decimo delle dimensioni di quando erano giovani.

 

# Legge dell'Emissione Idrostatica

Gli occhi sono molto larghi perchè contengono litri di liquido lacrimale, che può essere rilasciato istantaneamente da larghi condotti.

Il volume complessivo è attualmente sconosciuto, visto che non sembra che le riserve possano esaurirsi.

L'acqua tende ad accumularsi negli occhi a causa di un'unica ghiandola sudorale situata dietro la testa, che produce un'enorme gocciona quando il soggetto è imbarazzato o preoccupato.

# Legge della Xilolacerazione

Un a spada di legno o di bambù è tagliente quanto una di metallo, se non di più.

 

# Legge del Clamore Evocativo

Il danno provocato da un attacco di arti marziali è direttamente proporzionale al volume con cui viene annunciato.

* Corollario

La legge non vale in Ranma.

 

# Legge della Continuità della Metamorfosi Indipendentemente dalla lunghezza e complessità di una trasformazione, i Cattivi non possono attaccare prima che sia finita.

 
Donne che sanno leggere...
Lazzi
Scritto da mr smile   

Una coppia andó in vacanza su un lago in cui si poteva pescare.

Lui amava pescare all'alba e lei adorava la lettura.

Una mattina lui tornó  dopo alcune ore di pesca e decise di sdariarsi e schiacciare un pisolino.

Benché il lago non le fosse familiare, lei decise di uscire in barca.

 

Remó un po', ancoró la barca e ricominció a leggere il suo libro.

Dopo un po' apparve una guardia nella sua barca.

Richiamó la donna e le disse: "Buongiorno, signora... Cosa sta facendo?"

"Leggo" - rispose lei, pensando che era evidente.

"Si trova in un'area di divieto di pesca"

"Ma non sto pescando! Non lo vede?"

"Sí, peró ha con sé tutto l'occorrente. Dovrá seguirmi e la dovró multare"

"Se lo fa, La denuncio per violenza carnale!" - disse la donna indignata.

"Ma.. ma se non l'ho neanche toccata!"

"Sí, peró ha con sé tutto l'occorrente!"

 

Morale: Non discutere mai con donne che sanno leggere

 
«InizioPrec.1234Succ.Fine»

Pagina 1 di 4
 

Cerca