Home Storia de Laperquisa
Storia PDF Stampa E-mail
Scritto da Laperquisa   
Venerdì 26 Febbraio 2010 14:12

Laperquisa è nata nel 2001 come periodico online di libertà sartriana, rappresentando uno spazio internet libero da ogni vincolo e aperto a chiunque avvertisse l’esigenza di esprimere se stesso agli altri. Cos'è la libertà sartriana? La libertà sartriana è quella espressa dall'intellettuale parigino J.P. Sartre. Egli afferma che la vera libertà è quella dell'individuo che riesce ad operare fuori dalle costrizioni inevitabili della società. Ovvero l'uomo non può fare quello che vuole, ma è comunque responsabile di ciò che è. Col tempo, Laperquisa è cresciuta e già da qualche anno ha cominciato a manifestare il bisogno di espandersi in altri ambiti: un’Associazione Culturale, una rivista cartacea, l’ideazione di eventi originali, uno spazio fisico dove esprimere la propria identità. Ecco cosa Laperquisa sembra domandare e noi vogliamo accontentarla a tutti i costi.

Come funziona il sito

Il sito si propone di pubblicare gli scritti inviati alla redazione ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) da persone che sentono il bisogno d’esprimere e hanno in comune la passione per la scrittura, l'analisi critica e l'espressione fine a se stessa. L'intento è di stravolgere le regole sociali del giornalismo/letteratura professionale e creare una casa editrice deprofessionalizzata con la matrice comune della voglia di scrivere.

 

Un poco di storia

Il nostro sito internet www.laperquisa.it è stato concepito e realizzato nel 2001 come forma di indagine interiore (o di perquisizione interiore) e di libera comunicazione, sfruttando le possibilità concesse dalle nuove tecnologie informatiche e la passione espressiva dell'individuo fulcro di tutte le attività laperquisiane.

 

Nel corso degli anni abbiamo creato una fitta rete di rapporti personali e di conseguenti scambi di opinioni, in una forma di confronto non esente dal dubbio e dal conflitto, elementi fondanti del movimento in “avanti”.

 

Il gruppo di collaboratori che abbiamo costituito svolge attività legate alla diffusione culturale di pensieri, scritti e creazioni. Il nostro sito internet www.laperquisa.it , è ben avviato (peculiare per forma e contenuto nel panorama italiano) e sufficientemente evoluto e pronto ad estendersi anche all’esterno del web.

 

Attraverso il sito vengono estesi al pubblico i lavori di chiunque senta il bisogno di esprimersi. Negli ultimi anni abbiamo raccolto articoli di diverso argomento: scritti sociali, opere letterarie, creazioni artistiche di vario tipo, recensioni di libri, film, concerti e dischi.. Gli scritti laperquisiani non sono limitati a uno dei possibili ambiti o settori d'analisi, ma racchiudono in qualche modo la ricerca del significato non frammentato della vita.

 

Nel gennaio 2004 alcuni utenti, dopo essere stati collaboratori costanti del sito, si sono uniti alla gestione dei contenuti dello stesso, e, in particolare, si sono proposti come motori aggiuntivi del cambiamento e dell’espansione all’esterno de Laperquisa

 

Dal gennaio 2004 abbiamo deciso di tenere regolarmente una riunione settimanale, per rendere più efficace l’affinamento del nuovo progetto Laperquisa. All’interno di queste riunioni, il confronto continuo e la messa in discussione dei nostri punti di vista individuali è il principale motore di sviluppo interno e verso l’esterno. Le riunione sono aperte a tutti coloro che vogliano contribuire attivamente a con spirito di iniziativa; per questa ragione ci avvaliamo dell’apporto prezioso di numerosi elementi che, pur non facendo parte in modo continuativo della gestione del progetto, sono fondamentali per il suo sviluppo in network.

 

Gli argomenti

 

Il sito è suddiviso in sezioni implementabili a seconda del materiale che giunge in redazione.

 

primapagina:

La primapagina è la pagina introduttiva dove settimanalmente circa vengono aggiornate le news, ovvero i nuovi scritti inseriti nel sito. Inoltre è possibile iscriversi alla mailing list ed accedere a tutte le sottosezioni, nonchè lasciare una firma nella Tagghe (tagboard).

 

cultura apocrifa:

Attualmente in cultura apocrifa vengono situati articoli di recensioni di libri (cartastraccia); articoli biografici di autori diversi (ostriche cozze e bivalvi vari); e altri articoli culturali di vario genere legati alla letteratura, all'arte ecc.

 

delirica Poetica:

Gioco di parole tra "de Lirica" latina (sulla lirica) e Delirica (da delirio), la sezione raccoglie le poesie inviate dagli autori. Organizzata per autori la sezione è in continuo movimento tra nuove poesie e nuovi autori.

 

pentagramma:

E' la sezione musicale, dove è possibile leggere recensioni di dischi (Cufiutte) e recensioni di Concerti (Bariccole), inoltre è possibile indicare le proprie preferenze su un brano o su un autore nella sezione "fritture di suoni"

 

delsociale:

E' la sezione forse più fornita del sito. Offre al lettore la possibilità di spaziare tra articoli di rilevanza internazionale, tra incazzature personali e articoli di storia della politica. La sezione presenta delle sottosezioni rilevanti:

 

mericalatina: raccoglie gli scritti riguardanti l'america latina ai ns. giorni, costantemente aggiornato e a cura del nostro affezionato andrea (chile) necciai

 

riflessometro: è la sottosezione più curiosa, sono spunti e appunti socio filosofici di Beru, alias umano di Enzo Miccoli

 

lazzi & skizzi:

Lazzi e skizzi nasce dalla necessità di avere uno spazio cazzaro, ludico e spiritoso dove inserire gag e scritti ironici sul mondo in cui viviamo.

 

perquicinema:

Questa sezione invece raccoglie le recensioni di FILM e video in una forma particolare: non la mera recensione-riassunto del film, ma le sensazioni che da esso scaturiscono.

 

Il venerdi di Via Tiziano:

Questa rubrica curata dal nostro Chinasky affronta tematiche legate alla quotidianità esistenzialistica dell'autore e pertanto ne fa bandiera scrivendola.

 

Viaggi e miraggi:

La sezione "viaggi" venne concepita come diario di appunti su circostanze e aneddoti scarabocchiati in occasione di un viaggio. In realtà si è trasformata in una interessante raccolta di esperienze e descrizioni. Dai viaggi immaginari ai viaggi reali vissuti e percorsi.

 

... non è finita qui... ma sono stanco!

Ultimo aggiornamento Domenica 27 Febbraio 2011 18:38
 

Leggi altri articoli di questo autore

 

Cerca